lunedì 7 settembre 2015

Le armi del cavaliere

Gli elementi essenziali dell’armatura cavalleresca sono: la spada, la lancia, un pugnale, talvolta anche un arco con la faretra piena di frecce, infine la corazza, lo scudo e l’elmo. Nei secoli, pur rimanendo invariati gli elementi che costituiscono l’equipaggiamento essenziale del cavaliere, cambiano, però, la foggia e l’aspetto delle armi, che diventano più complesse e pesanti e di conseguenza più difficili da maneggiare. Anche il loro costo aumenta, diventando accessibili solo a un numero ristretto di persone. Questo è il periodo in cui la cavalleria si trasforma in una vera e propria milizia professionale e in una casta privilegiata riservata ai nobili. D’altronde, nell’esercito feudale, era l’unico corpo ad avere un equipaggiamento completo. La fanteria, fatta per lo più da contadini coscritti, aveva una funzione nettamente ausiliare, poiché armata alla meglio con bastoni e coltelli.